Se mi chiedeste qual è la mia stagione preferita, avrei difficoltà a rispondervi univocamente. Ogni periodo dell'anno ha il suo fascino. Adoro l'estate danese per le giornate infinitamente luminose e le temperature calde, ma non afose. Mi piace l'inverno per quell'inconfondibile aria fresca, che mi dà l'impressione di essere in montagna, e per i maglioni morbidosi. La primaverà è l'epoca della rinascita, come potrebbe non piacermi? E l'autunno, ah, l'autunno libera magia pura nell'aria! Amo i colori del fogliame nei parchi, le prime cioccolate calde, il sole tiepido, le castagne, le vellutate di zucca, le patate dolci e tutto il resto. Cerco di vivere ogni stagione al massimo, in tutto il suo splendore. Quest'autunno ho già raccolto alcune meravigliose giornate che vorrei condividere con voi. Chissà che vi siano di ispirazione per qualche pomeriggio di relax o per organizzare un fine settimana fuori porta, nell'isola di Selandia, in Danimarca, o nella regione svedese di Scania!

La casetta nel bosco a Tydinge, Svezia

La mia immersione autunnale è iniziata a fine settembre quando sono partita alla volta di Tydinge, in Svezia. L'idea era quella di un fine settimana oltre l'Øresund, ma non troppo lontano. Poi è arrivato l'invito, da parte di un amico, di fare una scampagnata nella casetta estiva di famiglia. Come non accettarlo? Il sud della Svezia è facilmente raggiungibile da Copenaghen. Vista la nostra destinazione, abbiamo scelto di prendere il traghetto a Helsingør e da lì proseguire in macchina. La casa in cui abbiamo alloggiato è completamente immersa nel bosco. L'abbiamo trovata con difficoltà giacché quando siamo arrivati era molto buio (eravamo anche un po' ansiosi che il nostro amico si fosse dimenticato le chiavi in Danimarca!). Il risveglio, il giorno dopo, è stato delizioso poiché le finestre di ogni stanza si affacciano sulla natura circostante. Se capitate in questi paraggi consiglio vivamente di:

1. Noleggiare le biciclette per una pedalata lungo la vecchia pista ferroviaria dalla stazione di Broby a Glimminge. E' un'attività divertente sia per adulti che bambini. Il prezzo per bicicletta è 250 corone svedesi (26 euro) e le potete tenere quante ore desiderate, senza limite. Su ogni bici ci stanno tre persone, anche quattro (se almeno due sono bambini). La vecchia pista attraversa la natura, il che permette di ammirare paesaggi mozzafiato e scattare un sacco di belle foto. Attenzione alla velocità: rallentate quando la pista incontra la strada asfaltata! Consiglio di prenotare con anticipo. Trovate l'indirizzo e-mail qui.

2. Passeggiare nella foresta Kullaskogen, dove si trova la storica fattoria Sporrakulla. Ci sono vari percorsi, ben indicati in un tabellone nei pressi dell'area parcheggio, dove troverete anche le informazioni di lunghezza e durata media. Non avevamo molto tempo, quindi abbiamo scelto uno dei più corti, quello giallo. Vi garantisco che ne è valsa la pena, soprattutto per la parte finale del tragitto, dominata da alberi ad altissimo fusto. Consiglio di mettere nello zaino un termos e uno snack così quando vi fermerete ad una delle zone di sosta per godere del paesaggio circostante, la vostra pausa sarà ancora più "mysig" (aggettivo equivalente all'"hygge" danese - scopri di più sul significato di "hygge" leggendo Hygge: che cosa significa e come si crea).

A caccia di funghi a Bagsværd, Danimarca

Lo scorso fine settimana abbiamo partecipato alla raccolta di funghi organizzata dal comune di Gladsaxe. Siamo partiti dal club di canottaggio di Bagsværd, dopo aver addentato una buon fetta di torta al cioccolato ed esserci scaldati con una tazza di tè. Eravamo tantissimi, quindi siamo stati divisi in due gruppi. Ciascuno era capitanato da un esperto di funghi, il quale durante la nostra caccia ci spiegava quali fossero i funghi commestibili e quali no, le loro caratteristiche, come riconoscerli, e dove trovarli. E' stato davvero molto interessante e divertente! Alla fine della raccolta, abbiamo selezionato, insieme a chi di competenza, i funghi buoni e quelli non. Sono rimasta sorpresa, positivamente, nel vederne solo qualcuno buttato nel cestino. Tornati a casa, abbiamo svuotato gli adorati cesti in vimini alla Cappucetto Rosso per cucinare un gustoso risotto in compagnia! Se risiedete a Copenaghen e dintorni e vi interessa saperne di più su come raccogliere funghi commestibili, provate a cercare eventi di questo tipo. Di solito li trovate con il nome di "svampedag" o "svampejagt". Per chi, invece, è qui in vacanza, la zona di Bagsværd, che si affaccia sul lago omonimo, è sicuramente consigliata per una lunga passeggiata oppure per un giro in bicicletta.

Avvistamento di cervi e daini a Klampenborg, Danimarca

Ultima, ma non meno affascinante, è stata l'escursione a Dyrehave, il bellissimo parco dei cervi, a cui ho già dedicato due articoli, che trovate qui: Bakken: una gita nel parco divertimenti più antico del mondo e Autumn is in the air. In effetti non è la prima volta che ci vado, anzi in autunno una tappa qui è sempre obbligatoria. Potete scegliere di trascorrerci quanto tempo volete: un paio di ore per una passeggiata pomeridiana oppure un'intera giornata con picnic o pranzo in una locanda tipica. A piedi, in bicicletta o a cavallo saprà accontentare la vostra voglia di autunno al cento per cento. Se vi piace ammirare le chiome variopinte degli alberi, questo è il momento giusto per andarci, per altre due o tre settimane, direi. Dopodiché ci sarà spazio per gli amanti del fogliame, fino a fine novembre. Cervi e cerbiatti si riescono ad avvistare sempre e a distanza ravvicinata, ma in autunno l'osservazione di questi splendidi animali è ancora più coinvolgente dato che inizia la stagione del loro accoppiamento. Dyrehave si trova nella località di Klampenborg. Vi consiglio di raggiungerlo in bicicletta, pedalando lungo la costa, oppure in treno, dalla stazione centrale di Copenaghen.

Fatemi sapere quali sono i vostri programmi per la stagione nei commenti qui sotto.

BUON AUTUNNO A TUTTI VOI!