La Danimarca è piccola, ma non di poco interesse è la sua scena architettonica. Sono numerosi gli studi che, grazie al successo riscosso negli ultimi anni, hanno acquisito fama mondiale. In questo momento della storia Copenaghen è un vero e proprio cantiere. Percorrendo le strade e passando per le piazze della città si notano i lavori per l'estensione della linea della metro; per l'ampliamento delle piste ciclabili o il ripristino di buche nelle pavimentazioni; per la costruzione di nuovi luoghi pubblici. Copenaghen celebra giorno dopo giorno il dinamismo e l'interesse per l'innovazione, i quali si vedono riflessi nei vari progetti in corso di realizzazione. In questo articolo voglio presentarvene tre. Non sono certamente gli unici, infatti questo è, sperabilmente, solo il primo di una lunga serie di articoli sul tema.

1. BLOX

In costruzione dal 2006, il BLOX è uno di quei progetti che non vedo l'ora di vedere terminato. Ormai manca poco all'inaugurazione prevista per la prossima primavera 2018. Il progetto è dell'olandese Rem Koolhaas e del suo studio OMA e finanziato dall'organizzazione filantropica danese Realdania (l'organizzazione conta 146.000 membri ed ha supportato 3.200 progetti dal 2000 ad oggi). L'edificio ospiterà il DAC (Centro Danese di Architettura); un ristorante e una caffetteria; uno spazio giochi; un parcheggio con 350 posti e una palestra. Inoltre sono stati realizzati 22 appartamenti privati e 3 per aziende. I primi verranno affittati a 2.500-3.500 corone (340-470 euro) al m2. L'area riservata alle aziende, invece, sarà affittata a 3.332 corone (450 euro circa) al m2 in caso di ufficio privato; a 5.995 corone (800 euro circa) e a 4.495 corone (600 euro circa) al m2 per rispettivamente un "dedicated desk" (scrivania permanente) e un "hot desk" (scrivania temporanea) in uno spazio aperto. Il complesso si affaccerà da una parte sul pittoresco canale di Frederiksholm, dall'altra sul "Canal Grande", permettendo quindi di fruire della città da una prospettiva privilegiata.

Foto di Michael Levin presa dal sito ufficiale di BLOX.

2. Amagerbakke o Copenhill

"La collina di Amager" o "La collina di Copenaghen" è un nuovo complesso che domina con la sua altezza la zona industriale di Refshaleøen. Il progetto di Bjarke Ingels Group ha pensato di combinare vari servizi in un'unica struttura. Copenhill ospita infatti il nuovo inceneritore della città; un rifugio-caffetteria; 3 piste da sci; una parete per l'arrampicata e sentieri per il trekking. L'inceneritore è già in funzione, il resto verrà, come nel precedente caso, inaugurato nella primavera 2018. Ed io non vedo l'ora di andare a sorseggiare un caffè potendo contemporaneamente ammirare una delle panoramiche più mozzafiato della città. Qualche mese fa è stata organizzata una giornata ad entrata libera durante la quale gli addetti ai lavori si sono occupati di mostrare l'edificio a coloro che lo desiderassero. La coda era infinita, ma fortunatamente sono riuscita ad entrare, e vi posso garantire che si tratta di un progetto davvero pazzesco.

3. Papirøen

A soli 5 minuti in bicicletta da Copenhill si raggiunge Papirøen, l'isolotto artificiale conosciuto per il CC (Copenhagen Contemporary Art Centre - scopri di più leggendo "Un pomeriggio al Copenhagen Contemporary" e per lo Street Food. Entrambi sono stati ideati in occasione del lancio di un progetto temporaneo, della durata di 4 anni per uno (SF), 1 1/2 anno per l'altro (CC). Siamo ormai agli sgoccioli, infatti entro il 31 dicembre 2017 tutte le opere d'arte e gli imprenditori della ristorazione toglieranno le tende da Papirøen. La trasformazione dell'isola è nelle mani dello studio danese COBE. Il progetto consiste nella realizzazione di una grande area per eventi e una piscina pubblica. Inoltre, in linea con il BLOX, ci saranno degli appartamenti privati sulla sommità e tutta l'isola sarà affiancata da una passeggiata pubblica.

ADESSO:

ENTRO IL 2021:

Anteprima del progetto di COBE presa dal sito ufficiale dello studio.

Nei tre progetti presentati si notano l'interesse per la plurifunzionalità (es. inceneritore e area ricreativa; appartamenti privati e area uffici; giardino privato e piscina pubblica) e per la creazione di luoghi pubblici usufruibili dai più. Si tratta sicuramente di due concetti fondamentali nell'ambito della ricerca architettonica contemporanea.

.

Con A Spasso con Elena puoi non solo visitare gli edifici dall'esterno, ma anche negli interni. Pianifichiamo visite guidate su misura per professionisti e appassionati di architettura. Non esitare a contattarci per saperne di più!