Molti preferiscono visitare il nord Europa in estate quando credono di avere la certezza che le condizioni atmosferiche saranno dalla loro parte. In realtà nemmeno l'estate è una garanzia in Danimarca, ed evitando di visitarla in autunno e inverno, si perde davvero molto! Comunque, ormai, l'estate è finita, e vi invito a non fare l'errore di spuntare Copenaghen dalla vostra lista di mete da visitare da qui alla prossima primavera 2018!

In questo articolo vi presenterò la mia lista dei motivi per cui credo sia una buona idea visitare Copenaghen in autunno e in inverno:

1. Per la sua atmosfera magica

Copenaghen sprigiona un fascino unico con il freddo, e, anche se l'avete già visitata in un mese estivo, non potete dire di averla conosciuta a fondo perché è proprio d'inverno che si rivela per quella che è. In questo periodo prediligo i mesi di ottobre, dicembre e febbraio, ma non mi dispiacciono nemmeno novembre e gennaio. Copenaghen è una di quelle città che mutano totalmente da un mese all'altro, quindi saprà come sorprendervi in ogni stagione.

2. Perché c'è meno turismo, ovvero meno folla e meno code

Solitamente in autunno-inverno e, in particolare, nei mesi di novembre, gennaio e febbraio, il turismo cala, quindi avrete la libertà di visitare la città senza dover mettere in conto i tempi necessari alle infinite code, in cui si incappa invece, sempre, d'estate. Non mi riferisco solamente alle code per visitare i tanti musei, ma anche a quelle per comprare una birra ad un bar lungo il canale, o per prenotare la cena in un ristorante tipico.

3. Per conoscere più gente locale e scoprire la città nella sua autenticità

E' utile chiarire che dalla fine di giugno all'inizio di agosto la città si svuota di gente locale che va in ferie in quel periodo. Anche se da una parte l'estate è il momento migliore per visitare Copenaghen, dall'altra la maggior parte di persone che conoscerete durante il vostro soggiorno saranno viaggiatori, come voi. Niente di male, anzi, ma se volete scoprire come vivono i locali e avere un approccio più diretto con loro, allora vi consiglio di visitare Copenaghen in ottobre, novembre o gennaio. Anche dicembre e febbraio sono, in parte, mesi di vacanza per i locali, infatti molti vanno all'estero in occasione delle vacanze natalizie e quelle d'inverno.

4. Perché è bassa stagione e potete risparmiare sull'alloggio

A Copenaghen non è facile trovare alloggi economici e cavarsela con un budget basso se si vuole visitare la città in tutti i suoi aspetti, ma se ci verrete in inverno, risparmierete sicuramente un po', infatti nei mesi di ottobre, novembre, gennaio e febbraio, i prezzi relativi a hotel e B&B sono generalmente più bassi. Inoltre, se siete interessati ad una o più visite guidate, A Spasso con Elena vi offrirà uno sconto del 20% su tutti i tour classici della città da effettuarsi nel periodo da gennaio a marzo 2018 (entrambi inclusi). Per poter usufruire dello sconto, basta inviarmi una richiesta via e-mail specificando di aver letto quest'articolo!(offerta valida gennaio-marzo 2018)

5. Per essere sorpresi dal candore della neve

Dipende da dove vivete, ma se non siete soliti vedere i tetti della vostra città ricoperti di zucchero filato, e le strade rivestite di panna montata, allora potrete rischiare di farlo a Copenaghen. Tuttavia la neve non è una garanzia in inverno, infatti l'istituto metereologico danese ha registrato 12 giorni di neve nel 2016 (su una media di 33 all'anno). L'anno scorso ha nevicato relativamente poco, ma i primi fiocchi sono scesi già il 6 novembre, e hanno continuato a gennaio, febbraio, marzo e aprile. Se volete avere più probabilità di svegliarvi una mattina immersi nel candore della neve, scegliete allora uno di questi mesi e controllate sempre le previsioni prima di partire.

La stazione di Nørreport nella neve di una fresca mattina di gennaio

6. Per testare la rigidità invernale

Se siete dei viaggiatori con la v maiuscola, allora vi interesserà visitare Copenaghen anche nel momento dell'anno in cui è meno ospitale e clemente con i suoi visitatori. Ricordo una volta, durante una visita guidata, cominciò a piovigginare. Era estate, quindi niente di che: quella pioggerellina leggera, ma costante, almeno quel giorno. Uno dei miei clienti, con il sorriso, mi guarda e mi dice: "Siamo contenti di visitare Copenaghen anche con la pioggia, altrimenti ce ne andremmo con un'idea fittizia". Non ho saputo aggiungere nulla per lo stupore, ma quel signore aveva maledettamente ragione, e vorrei che tutti la vedessero così invece di lamentarsi quando due gocce scendono dal cielo! Infine, se verrete a Copenaghen d'inverno, oltre a poter essere sorpresi da un tappeto bianco e da un'abbondante pioggia, vivrete in prima persona la forza del vento e vedrete il buio calare attorno alle 15:30.

7. Per andare in bicicletta senza essere considerati dei pazzi

Sempre se siete degli amanti dell'avventura e delle esperienze autentiche, allora visitere la città in bicicletta perché questa è il mezzo di trasporto più amato dalla gente locale. Non verrete scambiati per dei pazzi se sceglierete di usarla anche d'inverno perché è quello che fanno tutti! E non importa se piove e se nevica perché le piste ciclabili sono sempre pulite in città e perché, come ho scritto in altre occasioni, "non esiste brutto tempo, ma solo abbigliamento inadeguato"! E a proposito di abbigliamento...se verrete a Copenaghen in autunno e inverno potrete sfoggiare la vostra infinita sciarpona e il vostro pesante poncho, che non riuscite mai ad usare a casa, e vestire i vostri bimbi con le deliziose tute colorate, che potrete acquistare direttamente qui!

8. Per vivere l’hygge danese

Se preferite le comodità, Copenaghen saprà ugualmente come coccolarvi. Ne approfottirete per immergervi nel lato caldo della città alla scoperta dei suoi tanti luoghi accoglienti: chiese, biblioteche, teatri. Avrete l'imbarazzo della scelta su dove fare colazione la mattina, dove assaggiare una buona fetta di lagkage per merenda e dove sorseggiare un elegante cocktail prima o dopo cena. Così facendo entrerete in contatto con l'hygge! Se questa parola vi è nuova, allora vi consiglio di leggere: "Hygge: cosa significa e come si crea?". Buona lettura!

Una candela e un dolce messaggio: questo è hygge

9. Per vedere i giardini di Tivoli addobbati

Tivoli è un parco divertimenti dove vale sempre la pena entrare perché fa divertire i piccini e fa tornare gli adulti bambini, ma in due occasioni all'anno si traveste e diventa ancor più speciale! Se volete immergervi nel famoso mondo di balocchi addobbato come non mai, allora l'inverno è il momento giusto giacché succede solo in questo periodo: per Halloween e per Natale. A fine ottobre troverete zucche giganti, pipistrelli e streghe volanti; a dicembre abeti illuminati, babbi Natale e profumo di cannella e mandorle caramellate, oltre a tantissimi eventi musicali e teatrali.

Nei giardini di Tivoli

10. Per visitare i mercatini di Natale

I mercatini di Natale sono troppo belli e ce n'è per tutti i gusti. Di solito finiscono il 23 dicembre o il giorno della vigilia, quindi non aspettatevi di trovarne a lungo termine. Se volete acquistare prodotti tipici e passeggiare per le vie di Copenaghen con una frittella alle mele e una tazza di vino caldo, prendete i biglietti per le prime tre settimane di dicembre, così andate sul sicuro! Ecco qui una lista dei mercatini di Natale 2017 da non perdere:"Mercatini di Natale a Copenaghen".

Un chiosco nel mercatino di Natale a Christiania

Dovrei aggiungere un'undicesima ragione a questa lista perché se verrete in inverno e acquisterete una visita guidata con A Spasso con Elena, riceverete una sorpresa che addolcirà o riscalderà i vostri animi. Se dolce o riscaldante, questo lo scoprirete solo a Copenaghen! E voi che cosa ne pensate? Soprattutto voi che ci siete già stati, siete d'accordo con me sul fatto che Copenaghen merita di essere visitata anche in autunno e inverno? Sì o no? E perché?

Vi aspetto!