Se avete ascoltato il discorso della regina Margrethe II lo scorso 31 dicembre 2016, non vi sarete persi la notizia della designazione di Århus come capitale europea della cultura per quest'anno. Come ben saprete questo titolo viene impartito dall'Unione europea, la quale concede, alle città stabilite, la possibilità di mettere in mostra la loro faccia culturale per il periodo di un anno. Århus è la seconda città più popolosa della Danimarca, dopo Copenaghen, e si trova nel centro-est della penisola di Jutland. E' una città universitaria che oggi ospita più di 32.000 studenti. La regina stessa ha vissuto e studiato lì. Nel suo discorso di fine anno, ha raccontato:

Århus è stata scelta come capitale europea della cultura 2017. Tutti noi possiamo gioire. Ho tanti bei ricordi del tempo in cui ho vissuto e studiato ad Århus - durante la mia giovinezza, molti anni fa. Anche il principe ereditario (il principe Frederik) ha intrapreso il suo percorso di formazione ad Århus. Ci andiamo in estate e in inverno e le nostre famiglie celebrano spesso la Pasqua e il Natale in città. Vorrei fare le mie congratulazioni a tutti voi di Århus e della zona per il titolo di Capitale della Cultura e voglio augurarvi il meglio per eseguire questo compito con successo - e al resto di noi voglio augurare di godere di tutte le esperienze che attendono. Non vedo l'ora. Århus ha molto da offrire, anche al resto del mondo.

Århus è in effetti una città che consiglio vivamente di visitare. Se state organizzando una vacanza in Danimarca con l'intenzione di trascorrere almeno una settimana nel paese, allora potete facilmente combinare la visita di Copenaghen con quella di Århus. Anche la capitale danese ricoprì il ruolo di città europea della cultura nel 1996. Se ci si concede una gita in barca lungo i canali della città, si possono ammirare ancora oggi, all'altezza della penisola Refshaleøen, le "sculture bianche", realizzate da artisti rifugiati proprio in occasione del grande evento. Le sculture simboleggiano la vita in esilio. La prossima volta che una città danese sarà scelta come capitale europea sarà tra quindici anni, nel 2032. Il 2017 offre quindi un'occasione imperdibile per mostrarsi sulla scena internazionale: attraverso 350 progetti tutta la regione Jutland centrale inviterà il resto dell'Europa a dialogare con il fine di trovare nuove soluzioni a sfide comuni, globali e locali. Nel progetto di candidatura il consiglio comunale di Århus e la regione Jutland centrale hanno ben spiegato su che cosa si basa il loro progetto: "Rethink" è la parola chiave. "Ripensare" alle sfide dei nostri tempi: i cambiamenti climatici, l'esclusione sociale, la crisi economica, la migrazione, lo spopolamento delle zone rurali, la crescita della popolazione nelle città, e la sanità. Il concetto ”Let’s Rethink”, ovvero "Ripensiamo" non vuole solo aprire una discussione sulle possibili soluzioni ai problemi odierni, ma farlo attraverso l'arte e la cultura. Il programma di eventi, che si basa sui seguenti temi: vivibilità, gastronomia, storia, natura, sport e gioco, fede, generazioni, è stato definito partendo dalla domanda: "E se l'arte e la cultura potessero contribuire a cambiare il mondo?". 

thumb_DSC_0321_1024
La torre del Municipio.

Lo scorso sabato 21 gennaio si è svolta ad Århus la cerimonia d’apertura ufficiale. Il Palazzo della Musica (Musikhuset) ha ricevuto la visita della regina Margrethe, del primo ministro Lars Løkke Rasmussen e del ministro della cultura Mette Bock. Allo scocco delle 19 è iniziata una lunga parata: migliaia di persone hanno sfilato attraversando tutto il centro e sostenendo lanterne illuminate a forma di barca, realizzate a mano da tantissimi bambini. La barca è il simbolo della Danimarca come antica potenza marittima, di Århus come importante porto commerciale odierno, e i disegni su di ognuna rappresentano la speranza e i desideri nei confronti del futuro. Nel corso della serata abbiamo assistito ad un coro emozionate sulla scalinata del nuovo centro culturale, Dokk1; a giochi di luci; allo spettacolo musicale del famoso dj Static; a fuochi d'artificio. Il 2017 è davvero iniziato alla grande per la regione Jutland centrale che quest'anno ha anche vinto il titolo come regione gastronomica e sta collaborando con l'evento letterario inglese HAY FESTIVAL, conosciuto a livello internazionale, per presentare Århus 39, il primo festival in Danimarca sulla letteratura per l'infanzia.

thumb_DSC_0414_1024

Qualche consiglio pratico: cosa visitare ad Århus?

  • Il museo d'arte ARoS:

thumb_DSC_0285_1024
L'arcobaleno dell'artista dano-islandese Olafur Eliasson.

  • La Città vecchia:

thumb_DSC_0417_1024

  • Il complesso residenziale Isbjerget:

thumb_DSC_0118_1024

Non esitate a contattarmi per prenotare una guida che vi farà innamorare di queste città!