Dal 2 al 4 Maggio a Øksnehallen, Art Nordic dà il benvenuto alla più grande fiera di arte in Scandinavia nel 2015. Øksnehallen ospitava una volta il mercato. Oggi è uno spazio espositivo che si trova nel così chiamato “distretto della carne”, a Vesterport. In questi tre giorni di fiera si possono incontrare più di duecento artisti scandinavi che espongono alcune tra le loro migliori opere. Pittura, ceramica, scultura, per non dimenticare fotografia e gioielleria: un’esposizione per tutti i gusti con un vastissimo assortimento di tecniche artistiche.</p>

In questa breve recensione, vi racconto alcune impressioni e vi mostro alcune delle opere che hanno attirato la mia attenzione.

Laynet Lone Wynsch, cresciuta in una famiglia di pittori, presenta le sue Funny Faces, personaggi voluminosi alla Fernando Botero, dalle carnose labbra a forma di ali d'angelo. Bocche a cuore, simbolo di (libera)espressione che questionano la bellezza interiore. Ispirata dalla sua stessa vita e da avvenimenti reali, Laynet si lascia guidare dall'esperienza cromatica e dal senso dell'humor.

bellezza interiore
Indre skønhed

Sulla stessa onda si collocano le sculture, per la maggior parte in bronzo, di Henrik Fischer. Personaggi danzanti posti su piedistalli esprimono nella loro assoluta nudità la libertà di essere, di mostrarsi e di lasciarsi ammirare per quel che si è. E' la musica, reale o immaginaria, ad accompagnare i movimenti delle statuine nell'opera, qui sotto, in ceramica su quercia annerita. Una composizione che per il suo dinamismo armonico mi ricorda La Danza di Matisse.

Quattro danzatori
Fire dansere optræder

Un'altra artista, Britt Salver, affronta il tema, ricorrente nelle sue opere, "cosa significa essere umani". Lo fa con sensibilità, poesia e riflessione. Le sue pitture parlano d'infanzia, di solitudine, di compagnia, di relazione con la natura e via dicendo. Le opere rispecchiano i suoi pensieri e sono a volte distintive di una Danimarca tollerante, amorevole per la natura e per il proprio benessere, fisico e mentale.

Screen Shot 2015-05-03 at 9.10.54 PM
Cykelglæde

E ancora, l'essere umano è protagonista sulle tele di Fredrik Flink. Sensibile alle tematiche affrontate sia come artista che come uomo. I personaggi dipinti vogliono fare del mondo un posto migliore, un luogo dove ognuno possa/voglia capire l'altro a prescindere da interessi, background culturali, idee politiche, ma soprattutto a prescindere dall'orientamento sessuale. Su quest'ultimo infatti si focalizzano le opere esposte ad Art Nordic. Il repertorio dell'artista affronta ironicamente molti altri temi, ma sempre con una vena altamente critica nei confronti della vita.

quiet moment
Quiet moment

Ulla Hansen ci regala, tra le altre cose, un assaggio autentico della felicità quotidiana. La Felicità è saltare sul letto è il titolo dell'opera qui sotto. Le sue immagini, ispirate dalle persone che l'artista incontra e dai suoi viaggi, hanno storie da raccontare ed evocano emozioni, dalla gioia alla tristezza, con grande umorismo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Lykken er at hoppe i sengen

Le sculture in grès, ceramica e bronzo di Flemming Hald rappresentano per lo più vecchi uomini nudi, così da essere una descrizione del decadimento naturale in chiave divertente e ottimista. Spilungoni o deformati sono i personaggi sempre giocherelloni. Anziani tornati bambini che ridono di sé stessi, si mettono alla prova e si confrontano tra loro.

Badeanstalten
Badeanstalten

Divertenti sono anche le sculture in granito, ceramica o bronzo di Søren Wullum. E' sulla caricatura dei volti e dei corpi e sull'esagerazione delle emozioni che l'artista lavora. Ancora una volta è attraverso l'umorismo che l'artista crea un ponte tra il fruitore e l'opera, come veicolo di principi, quali comprensione, tolleranza e umanità.

wullum

In un mondo in cui tutto è possibile e nulla è impossibile entriamo grazie all'astrazione di Jette Nørager. Alberi fluttuanti, uomini seduti su scale senza appoggio a terra, alberi con finestre, uomini senza volto, barche legate a nuvole e via dicendo. Un tuffo in un paradiso surreale che mi ricorda vagamente il meraviglioso mondo illustrato da Magritte.

Screen Shot 2015-05-03 at 10.33.40 PM
Top of the world

Le opere di Nulle Øigaard vengono percepite come dei dipinti, da lontano, tanto che è necessario avvicinarsi fino a toccarle con la punta del naso per rendersi conto che sono tappezzate di tessuti di ogni genere. Questi vengono inizialmente posati sulla tela e poi ad essa cuciti quando la composizione è completa. Gli arazzi rappresentano motivi delle coste del Mediterraneo e  paesaggi naturali. Elaborato interessante per la particolarità della sua manualità.

Screen Shot 2015-05-03 at 10.54.00 PM
Lysets engel

Emozionanti sono le pitture di Jan Schuler perché rappresentano il mondo che lui/si vede con precisione fotografica. Sembrano delle fotografie a prima vista e la realizzazione che sono invece pitture rappresentanti la contemporaneità urbana, architettonica e naturale, mi regala una dolce visione del mondo che ci circonda. Gli scorci da lui raffigurati sono esclusivamente copenaghesi e danesi: da Nyhavn, alla Torre Rotonda; dalle barche galleggianti, all'edificio di Royal Copenaghen. E poi altri dipinti, risultati dello studio approfondito dell'impressionismo francese e dei pittori di Skagen, si centrano sull'importanza della luce. Vengono così "alla luce" nuovi Krøyer rivisitati in chiave contemporanea.

schuler
Solen bryder igennem

Voglio terminare con Kristina Assarsson. Un'artista che un'altra volta mi ha colpito per la particolarità della tecnica utilizzata. Un'artista vissuta nella natura fin da piccola che dipinge con la spatola per creare effetti tridimensionali. Un'artista che copre la tela di pittura così come copre di pittura sé stessa. I fiori, così come gli altri elementi naturali, la cui forma è percepibile al tatto - anche se solo mentalmente - sono un piacere per gli occhi.

Screen Shot 2015-05-03 at 11.17.37 PM
En stund i ro

Art Nordic è stata un'esperienza interessante, non solo per vedere arte, ma anche per conoscere gli stessi artisti. Un'occasione per incontrarli e, perché no, per scambiarci due parole, se interessati al loro lavoro.

Le pagine degli artisti:

Laynet Lore Wynsch www.laynet.dk

Henrik Fischer www.gallerihenrikfischer.dk

Britt Salver www.brittsalver.dk

Fredrik Flink www.flinkart.com

Ulla Hansen www.homoludens-galleri.dk

Flemming Hald www.haldkunst.dk

Søren Wullum www.wullum.dk

Jette Nørager www.jettenorager.dk

Nulle Øigaard www.nulle-oigaard.dk

Jan Schuler www.janschuler.dk

Kristina Assarsson www.kristinaassarsson.se