È fatto noto che in Danimarca, come in altri paesi in Europa, ma non in Italia, il bilinguismo  è molto diffuso. La maggior parte della popolazione infatti parla correntemente inglese o tedesco. Da dove deriva questa fortuna? Molto facile: in Danimarca i film non vengono doppiati, quindi i danesi sono abitutati fin da piccolissimi a guardare i film nella loro lingua originale. Anche i programmi televisivi non vengono doppiati. Inoltre, l'insegnamento della lingua è molto diverso da quello del sistema educativo italiano, per esempio. La lingua s'impara parlando ed esercizi come imparare testi a memoria o scrivere venti volte la coniugazione di un verbo sono altamente rifiutati. Ma veniamo al punto, il fatto che qui parlino tutti benissimo l'inglese, se è un vantaggio per chi ci viene da turista, è invece un gran problema per chi qui ci vive. danskOgni santa volta che uno tenta di tuffarsi in una conversazione esclusivamente in danese e di mettere cosi in pratica le conoscenze acquisite, corre il rischio che l'interlocutore (danese) cominci a parlare in inglese. Da una parte pare che sia un comportamento utilizzato credendo di facilitare le cose allo "straniero"; dall'altra, i danesi non hanno un grande orecchio e non riescono a capire la loro lingua se non perfettamente pronunciata. In effetti il danese non è una lingua difficile in quanto a grammatica, che anzi  è piuttosto povera, ma per la pronuncia delle sue lettere, delle vocali in particolar modo (metà delle consonanti non si leggono proprio!!). Le vocali danesi sono quelle latine (a, e, i, o, u) più æøå. Il "bello" è che una vocale viene pronunciata in modo diverso a seconda della parola in cui si trova!!! Insomma, c'è un alfabeto fonetico specifico per le vocali e vi assicuro che provare a riprodurre i suoni come li pronunciano i locali è uno spasso.

Chiunque decida di trasferirsi in Danimarca ha, dopo aver conseguito il codice fiscale danese (cpr nummer), il diritto ad un corso gratuito di lingua per ben cinque anni. Ci vogliono cinque anni per imparare questa lingua? Beh, dipende da come la si affronta e da quanto la si usa e, considerando che l'inglese è qui così commune, sì, ci vuole un po' più di qualche stagione! C'è anche da considerare che imparare il danese non è motivante come imparare lo spagnolo o il cinese dato che è parlato da poco più di sei milioni di persone (un decimo della popolazione in Italia!). Ma, fidatevi, già è abbastanza difficile integrarsi nella società, figuratevi non sapendo spiaccicare nemmeno una parola della lingua!

Vivo a Copenaghen da febbraio 2013 e riscontro quotidianamente la difficoltà di praticare la lingua "per la strada". L'unica soluzione, quando durante una conversazione l'altro cambia lingua (e comincia a parlare inglese), è di continuare a tutti i costi ad esprimersi in danese e se ancora non veniamo capiti, cominciare a blaterare. Così facendo si potrebbe avere la fortuna di essere scambiati per un danese proveniente da qualche zona nordica o da qualche isola sconfinata del paese e di essere quindi ascoltati con un po' più di pazienza! Ma non scoraggiamoci, i danesi non si capiscono tra di loro, è normale che facciano ancora più fatica a capire noi!!! Qui sotto incollo un video troppo divertente in cui il tema linguistico è protagonista: alcuni attori imitano i danesi (e più in generale i nordici) quando parlano tra di loro e non si capiscono. Il video è in inglese, ma anche se non capite quello che dicono, guardatelo: è divertentissimo!

God Fornøjelse! / Buona Visione!

https://www.youtube.com/watch?v=s-mOy8VUEBk